Il colle del Gran San Bernardo

Un must per le vostre vacanze sulle montagne svizzere. Anticamente noto come Mont-Joux, il Passo del Gran San Bernardo è una tappa imperdibile per le vostre vacanze in famiglia nel Vallese svizzero. L’Hospice du Grand-Saint-Bernard si prende cura dei viaggiatori da secoli, portando loro pace e conforto.

UN CROCEVIA PRIVILEGIATO TRA LA SVIZZERA E L’ITALIA

A 2473 metri di altitudine, il Passo del Gran San Bernardo separa la Valle del Gran San Bernardo dalla Valle d’Aosta e dalla Valle d’Entremont. Terzo passo stradale più alto della Svizzera, questo maestoso sito naturale delle Alpi Pennine si trova nel comune di Bourg-Saint-Pierre, nel Canton Vallese. La strada è chiusa in inverno, ma l’Ospizio è sempre aperto per accogliere gli escursionisti con le racchette da neve o gli sci.

UN LUOGO RICCO DI STORIA DALL’ANTICHITÀ AI GIORNI NOSTRI

Il Colle del Gran San Bernardo è stato utilizzato fin dall’antichità e un tempo era una strada romana. Nell’XI secolo, San Bernardo d’Aosta fondò l’Ospizio del Gran San Bernardo, destinato ad aiutare i viaggiatori in difficoltà. Nel maggio del 1800 Napoleone Bonaparte scrisse il suo nome nella storia del passo, attraversando la sua cima innevata accompagnato da circa 40.000 uomini durante la seconda campagna d’Italia. Questo episodio è stato immortalato dal famoso ritratto equestre di Bonaparte che attraversa il Gran San Bernardo.

UN’IDEA PER UNA GITA DI SCIALPINISMO

La salita all’Ospizio del Gran San Bernardo in inverno richiede una guida che conosca la zona. Sebbene l’itinerario di 2-3 ore non sia difficile in termini di dislivello, il pericolo di valanghe è molto frequente. Non correte rischi!

Dichiarazione di consenso ai cookie
Continuando a navigare su questo sito, si accetta l'uso dei cookie per migliorare l’esperienza utente e per effettuare le statistiche delle visite
Rifiutato