Breya 2024

Champex-Lac

Un nuovo progetto di ristorante 4 stagioni in cima alla seggiovia Champex-Lac!

È tempo di rinnovare il ristorante Breya! Il Consiglio di Amministrazione della società di impianti di risalita TéléLaFouly-Champex-Lac SA, in collaborazione con il Service Immobilier et Patrimoine (SIP), ha lanciato lo scorso febbraio un concorso di architettura per rinnovare e/o ricostruire il ristorante di montagna La Breya.

L’ambizione degli impianti di risalita? Trasformare questo ristorante in un “gioiello nel cuore delle Alpi”, apprezzato tanto dagli sportivi quanto dagli amanti della gastronomia. La sua ristrutturazione è l’occasione per passare a una gestione “4 stagioni” e permetterà di aumentare la qualità dell’accoglienza in estate e in inverno. Anche l’aspetto familiare sarà migliorato. Le due aree per bambini previste ne sono la prova!

Le principali difficoltà del capitolato per gli studi di architettura risiedevano nella volontà di coniugare sostenibilità, qualità dell’accoglienza, budget ragionevole, condizioni di altitudine e rispetto del paesaggio.

La giuria, presieduta dall’architetto cantonale Philippe Venetz, ha deliberato lo scorso giugno e il progetto “Là-Haut”, ideato dallo studio di architettura CB architectes di Sion, è stato selezionato all’unanimità.

Il progetto “Là-Haut” soddisfa la maggior parte dei requisiti formulati dal committente. La giuria è stata colpita dalla proposta di un layout a forma di L sull’attuale sito del ristorante. Soprattutto perché la terrazza, visibile dagli impianti di risalita, attirerà l’attenzione dei passanti sia in inverno che in estate. Secondo la proposta dello studio di architettura, la terrazza sarà protetta dal vento, che in questa regione gioca spesso a sfavore.

La sala da pranzo principale sarà circondata da vetrate che conferiscono dinamismo e modernità al ristorante e offrono una vista mozzafiato sui Combins e sulla catena montuosa del Vélan.

Inoltre, il riutilizzo delle strutture esistenti, come la soletta e il seminterrato (se le loro condizioni lo consentono) era essenziale per proporre un progetto più sostenibile e finanziariamente meno costoso. L’impatto sul clima e sul paesaggio sarà minimo, poiché il fabbisogno di calcestruzzo non è molto elevato. Inoltre, è previsto un sistema di raccolta dell’acqua piovana.

Il progetto di CB Architects è semplice ed efficiente e propone luoghi conviviali sfruttando al meglio gli spazi esterni e interni.

Il progetto Pyrus di Localarchitecture a Losanna e il progetto 2189 di Game-VS SARL a Martigny si sono classificati rispettivamente al secondo e al terzo posto.

Il ristorante si trova a 2198 m. nel comune di Orsières, in cima alla seggiovia Champex-Lac, e gode di un’eccezionale vista panoramica sulle Alpi, sapientemente sfruttata dallo studio Crognaletti et Biselx. Siamo già in attesa dei progressi del progetto.

Per seguire le varie fasi del progetto, potete iscrivervi alla newsletter qui sotto.

Politica sull'uso dei cookie
Continuando a navigare su questo sito, l’utente accetta l’utilizzo dei cookie per migliorare l’esperienza di navigazione e per realizzare statistiche sulle visite. È possibile personalizzare l’uso dei cookie utilizzando il pulsante sottostante.
Personalizza
x Passo del Gran San Bernardo La strada del Colle del Gran San Bernardo è aperta dal 13 giugno!