L’Alta Via del San Bernardo

Grand-St-Bernard

Con l’eccezione del rando parc di Vichères, questi percorsi non sono né segnalati né sicuri. Chiunque utilizzi percorsi di sci alpinismo è l’unico responsabile della propria sicurezza. Il Pays du St-Bernard non si assume alcuna responsabilità in caso di incidente e non garantisce che le informazioni fornite siano aggiornate, corrette e complete.

Vi consigliamo di farvi accompagnare da una guida alpina certificata cliccando qui.

Consultate il bollettino delle valanghe cliccando qui!

Scoprite questa magnifica Alta Via internazionale che parte dal villaggio di Saint-Rhémy in Valle d’Aosta in Italia, famosa per il suo delizioso prosciutto di Bosses DOP.

Itinerario

Mappa dettagliata

Periodo migliore per andarci

Gen.
Feb.
Mar.
Apr.
Mag.
Giu.
Lug.
Ago.
Set.
Ott.
Nov.
Dic.

Prestazioni

Itinerario a tappePanoramicoPassaggio in vettaPercorso ad anelloPunti di ristoro lungo il percorsoPercorso sciistico ad alta quota

Nota dell'autore

Faites-vous accompagner par un guide de montagne certifié. Retrouvez leurs coordonnées en cliquant ici.

Indicazioni stradali

1 Il primo giorno si sale sulla vetta del Mont-Fourchon a 2902 m. prima di raggiungere la Svizzera e un luogo di ospitalità millenaria: l ’Ospizio duGrand-Saint-Bernard. Dislivello positivo: 1400 m.

2 Il secondo giorno, si scende a Bourg-Saint-Bernard per salire alla Croix de Tsousse e ammirare la parete sud del Grand-Combin (4314 m.) prima di raggiungere il rifugio Vélan, che ricorda lo scafodi una nave su una roccia. Dislivello positivo: 1350 m.

3 Passando per il rifugio Valsorey e il col Métin (3626 m.), raggiungerete durante questo terzo giorno il grande ghiacciaio Corbassière e il rifugio FXB de Panossière, che assomiglia alle sfaccettature di un gigantesco cristallo di quarzo. Dislivello positivo: 1300 m.

4 Durante questo quarto giorno, da Panossière, si sale sul ghiacciaio fino ai Tournelons Blancs (3700 m.) per poi scendere alla fi ne del lago Mauvoisin e raggiungere facilmente il rifugio Chanrion, ristrutturato nel 2020! Dislivello positivo: 1470 m.

5 Il quinto giorno, si attraversa di nuovo la frontiera attraverso il passo della Crête Sèche (2896 m.) prima di salire sulla cima del Mont Gelé (3518 m.) per raggiungere la frazione soleggiata di Ollomont via Glassier. Dislivello positivo: 1300 m.

6 L’ultimo giorno, si sale al passo di Valsorey con un portage (3105 m.) poi si raggiunge il Mont Cordine (3328 m.) prima di una lunga discesa verso Bourg-Saint-Pierre e il suo famoso campanile millenario. Dislivello positivo: 1500 m.

Come arrivare

Per raggiungere Saint-Rémy, attraversa il tunnel del Gran San Bernardo e gira a sinistra a Saint-Léonard.

Controlla l’orario su www.cff.ch
 

Politica sull'uso dei cookie
Continuando a navigare su questo sito, l’utente accetta l’utilizzo dei cookie per migliorare l’esperienza di navigazione e per realizzare statistiche sulle visite. È possibile personalizzare l’uso dei cookie utilizzando il pulsante sottostante.
Personalizza
x Passo del Gran San Bernardo La strada del Colle del Gran San Bernardo è aperta dal 13 giugno!